Tesi

Prova finale e tesi di laurea
Per accedere alla prova finale lo studente deve avere acquisito il numero di crediti universitari previsti dal regolamento didattico, meno quelli previsti per la prova finale. La prova finale del Corso di laurea in Logopedia, a cui si può attribuire fino ad un massimo di 10 punti, si compone di:
a) una prova pratica (esame di stato abilitante alla professione) nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e le abilità teoriche-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale (massimo punteggio attribuibile: 5 punti);
b) una discussione pubblica dinanzi ad un’apposita commissione di un elaborato scritto (tesi di laurea, massimo punteggio attribuibile:5 punti).

Ai fini del calcolo del voto di laurea il punteggio della prova finale deve essere sommato alla valutazione curricolare espressa in centodecimi (media ponderata). Il voto di 110 con lode può essere conseguito solo in caso di sommatoria superiore a 110, partendo da un voto curricolare uguale o superiore a 103/110.

Indicazioni del Coordinatore del CdL relative ai punteggi massimi da attribuire alle tesi di laurea in rapporto alla tipologia degli elaborati, come di seguito elencato.

a) Revisione critica della letteratura. Massimo punteggio attribuibile: 3. b) Esposizione di caso clinico. Massimo punteggio attribuibile: 3.

c) Revisione critica della letteratura con caso/i clinico/i seguito/i dal candidato. Massimo punteggio attribuibile: 4.

c) Studi sperimentali, con analisi statistica dei risultati. Meta-analisi. Massimo punteggio attribuibile: 5.
Gli elaborati dei candidati all’esame di laurea dovranno essere trasmessi al Presidente della Commissione giudicatrice entro e non oltre sette giorni prima della data stabilita per la seduta di esame.
Si invitano gli allievi candidati ed i relatori ad uniformarsi alla seguente suddivisione in paragrafi per ciascuna tipologia di tesi:

a) studio di caso/i clinico/i: riassunto, introduzione, scopo della ricerca, descrizione del/i caso/i clinico/i (caso/i clinico/i), considerazioni, conclusioni, bibliografia;

b) revisione critica della letteratura: riassunto, introduzione, scopo della ricerca, metodi (nel paragrafo andranno segnalati i criteri utilizzati ai fini dell’inclusione degli articoli scientifici nella ricerca), considerazioni, conclusioni, bibliografia.

c) Revisione critica della letteratura con caso/i clinico/i seguito/i dal candidato: riassunto, introduzione, scopo della ricerca, metodi (nel paragrafo andranno segnalati i criteri utilizzati ai fini dell’inclusione degli articoli scientifici nella ricerca) , descrizione del caso/i clinico/i (paragrafo: caso/i clinico/i), considerazioni, conclusioni, bibliografia.

d) studio sperimentale: riassunto, introduzione, scopo della ricerca, materiali e metodi, risultati, considerazioni, conclusioni, bibliografia.
Si ricorda inoltre che, ai fini dell’esposizione degli elaborati, sarà concesso un tempo massimo di 8 minuti.
S.M.